Associazione Nazionale Partigiani d'Italia
Sezione Dino Moro Portogruaro
 
News
COMUNICAZIONI
70° Dichiarazione Universale dei Diritti Umani
Umberto Lorenzoni
Commemorazione dei caduti nella guerra "15/18"
Intervista a Mario Isnenghi
Manifestazione Trieste 3/11/2018
L'eccidio di Torlano
Gian Paolo De Bortoli
Emergenza democratica
XXV Aprile 2018
Festa della Liberazione
In memoria del partigiano Fausto
Giornata della memoria
Memoria del passato-Coscienza nel presente
----Anni precedenti ---
2017
2016
2015
2014
2013
2012
LINK
Atlante delle stragi nazifasciste
MEMORIE
Agosto 1944
ATTIVITA'
NOTE
PUBBLICAZIONI

 
Emigrazione
LA VERITÀ SUL FENOMENO DEI MIGRANTI

"Occorre cambiare mentalità e riconoscere che la migrazione è un fenomeno che deve essere gestito e non un problema che deve essere risolto. La comunità internazionale si è troppo spesso concentrata su un approccio focalizzato sul controllo delle frontiere: occorre invece dare priorità alle questioni umanitarie. Non è stato fatto abbastanza per fornire alternative valide ai migranti che, in fuga da guerre, persecuzioni e povertà, cercano di raggiungere l'Europa via mare. Le tragedie in mare devono essere evitate con attività di prevenzione e la comunità internazionale dovrebbe sviluppare un approccio ad ampio raggio per proteggere i migranti".

   Non deve stupire che la nostra Costituzione, scritta dopo anni di guerra e sangue, dopo una lunga lotta di liberazione, sia vilipesa e disattesa da partiti di ogni parte. Nel migliore dei casi la nostra Carta Costituzionale viene stiracchiata ad uso e consumo dei vincoli europei.
Sul fenomeno della immigrazione, che ha fatto del Mediterraneo un vero e proprio cimitero, ciò è ancora più evidente con il crescente odio per il diverso che si insinua anche tra i pensionati oltre che tra i lavoratori, conseguenza di una crisi economica che i potenti finanziari del mondo scaricano sui più deboli alimentando paure e angosce per il futuro.
   Contro i principi costituzionali ispirati a solidarietà, eguaglianza d’opportunità, tolleranza e al bene comune, una martellante propaganda che rasenta l’incitazione all’odio razziale ha prodotto e sta producendo dati falsi, grossolanamente elargiti in ogni occasione, sul fenomeno della immigrazione in Italia.
Le frontiere italiane di fatto sono chiuse da cinque anni dato che l’ultimo decreto flussi risale al 2010. In questi ultimi tempi non si tratta quindi di immigrati che “rubano il nostro lavoro”, “rubano le nostre case”, e quanto altro si sente dire: oggi c’è una emergenza umanitaria senza precedenti nella storia recente.
   Chi sbarca in Italia, il più delle volte per raggiungere altri Stati del nord Europa, lo fa a fronte di estremi sacrifici perché fugge dalla guerra, da genocidi, da miseria prodotta spesso da quei paesi occidentali che rifiutano di accogliere queste persone. L’Italia, è bene ricordarlo, accoglie un rifugiato ogni mille abitanti. Francia, Svezia, Germania, e altri Stati europei, ne accolgono molti più di noi e, ad esempio il Libano, ne ospita 1 milione e duecentomila pari ad un quarto della sua popolazione. Con questo inserto, il nostro intento è cercare di spiegare il grave momento che il mondo, l’Italia vive, senza demagogia e cifre inventate come purtroppo una certa destra razzista fa tutti i giorni.
Tratto dall'Inserto/6-2015 SPI CGIL VENEZIA Lega Laguna Nord Est
Imelde Rosa Pellegrini
 
 A.N.P.I.    SEZIONE  - DINO MORO -  PORTOGRUARO via Seminario 1/a  Portogruaro (Ve) - Tel.  0421 274252    -    v.n.