Associazione Nazionale Partigiani d'Italia
Sezione Dino Moro Portogruaro
 
News
COMUNICAZIONI
70° Dichiarazione Universale dei Diritti Umani
Umberto Lorenzoni
Commemorazione dei caduti nella guerra "15/18"
Intervista a Mario Isnenghi
Manifestazione Trieste 3/11/2018
L'eccidio di Torlano
Gian Paolo De Bortoli
Emergenza democratica
XXV Aprile 2018
Festa della Liberazione
In memoria del partigiano Fausto
Giornata della memoria
Memoria del passato-Coscienza nel presente
----Anni precedenti ---
2017
2016
2015
2014
2013
2012
LINK
Atlante delle stragi nazifasciste
MEMORIE
Agosto 1944
ATTIVITA'
NOTE
PUBBLICAZIONI

 
Agosto 1944
L’eccidio di Torlano. Storia e memoria.
La strage di Torlano, piccola frazione di Nimis, si compie il 25 agosto del 1944.
Vi muoiono 33 persone e tra queste nove dei tredici componenti della famiglia De Bortoli di Portogruaro emigrati in Friuli in cerca di lavoro nel 1940, dopo aver ricevuto la disdetta dalla mezzadria di Brussa.
L’eccidio è annoverato tra i più gravi della seconda guerra mondiale, tanto che Lord Russel nel suo libro “Il flagello della svastica” lo definisce ”un atto brutale di vendetta indiscriminata che viola le regole della guerra e offende il sentimento comune dell’umanità”.
Il boia di Torlano, di nome Joachim Fritz fu coadiuvato nell’eccidio da elementi fascisti. Il processo contro di lui non ebbe mai luogo perché il suo fascicolo fu celato con molti altri nell’armadio della vergogna.
Nel dopoguerra fu celebrato, invece, il processo contro i suoi complici italiani, in più riprese che si concluse, tuttavia, in un nulla di fatto come se l’eccidio non fosse mai avvenuto e non avesse avuto autori . Portogruaro ha fatto molto per mantenere vivo il ricordo dell’eccidio e per onorare i suoi morti.
Lo farà anche quest’anno con la presenza dell’Anpi a Torlano insieme con una rappresentanza del Comune di Portogruaro. All’eccidio è stato dedicato nel 1998 un libro che ricostruisce la vicenda collocandola nella storia del Portogruarese.
In occasione della pubblicazione è stato stabilito un rapporto istituzionale tra il Comune di Portogruaro e la famiglia Cervi, ed è stata ricollocata in un luogo più idoneo la tomba di Mamma De Bortoli a Summaga con una grande manifestazione pubblica a cui hanno partecipato il Comune di Nimis, le Autorità istituzionali del Friuli, una autorevole rappresentanza della famiglia Cervi.
Il libro ha ispirato un testo teatrale recitato dagli studenti del Liceo XXV Aprile e Marco Belli e testi poetici degli studenti della scuola Media di Concordia.. Esistono anche le pubblicazioni del testo teatrale e delle poesie.
L’Anpi di Portogruaro si è procurato anche il fascicolo dell’eccidio grazie alla collaborazione della Procura militare di Padova, togliendolo dalla sua pluridecennale sottrazione.
Se possibile, se ne servirà per la stesura di una seconda edizione del libro pubblicato qualche anno fa perché non si spezzi il filo del ricordo che lega questi eventi alla Costituzione che ne impedirà la ripetizione.
 
 
 
 
 

 
 

Cimitero di Torlano 1947, tumulazione dei resti delle vittime dell'eccidio.
 A.N.P.I.    SEZIONE  - DINO MORO -  PORTOGRUARO via Seminario 1/a  Portogruaro (Ve) - Tel.  0421 274252    -    v.n.